BRAND AMBASSADORS

Kevin Bubolz

Kevin Bubolz is the founder of Golden Retriever Life, an online community with a mission to spread smiles.

As an Army pilot, Kevin saw first-hand the benefit of animal-assisted interactions on mental health. During a deployment to Afghanistan, his unit was accompanied by a service dog named Zac. Zac would fly in Kevin’s helicopter, bringing joy and smiles to the many men and women serving. Upon returning home from deployment, Kevin decided to create the same kind of happiness within his local community. He found a golden retriever puppy named Ellie, and the pair have spent several years volunteering in schools, nursing homes, and hospitals.

As a result of the COVID-19 pandemic, Kevin and Ellie were prevented from volunteering in person, so Kevin turned to social media, @elliegoldenlife, with the mission of spreading smiles and positivity. His TikTok and Instagram channels are filled with taste tests, travel adventures, trends, and tricks.

After his military career, Kevin completed his MBA at the University of Minnesota, where he was selected as a Tillman Scholar. Upon graduation, he moved to Arlington, VA, and started his entrepreneurial journey full-time.

Medisson Sperry

My name is Madison Sperry. I am a deputy (police officer) in Houston, Texas. I have been around working K9s for ten years.

I have two dogs that I work with- K9 LeMans is my police K9 who I have been partnered with for 6 years. He is a dual purpose narcotic and suspect apprehension dog. My other partner, K9 Quelle, and I have been together 8 years. We have made appearances all over the United States.

Some notable appearances include The Dr. Oz show in New York City, A&E’s Americas Top Dog season 2, the French Embassy in Washington, DC. Ontop of our travels, we make many appearances in schools and community events, allowing the children and community members to interact with law enforcement and k9!

Rilda

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo, quando un anonimo tipografo prese una cassetta di caratteri e li assemblò per preparare un testo campione. È sopravvissuto non solo a più di cinque secoli, ma anche al passaggio alla videoimpaginazione, pervenendoci sostanzialmente inalterato. Fu reso popolare, negli anni ’60, con la diffusione dei fogli di caratteri trasferibili “Letraset”, che contenevano passaggi del Lorem Ipsum, e più recentemente da software di impaginazione come Aldus PageMaker, che includeva versioni del Lorem Ipsum. Perchè lo utilizziamo? È universalmente riconosciuto che un lettore che osserva il layout di una pagina viene distratto dal contenuto testuale se questo è leggibile. Lo scopo dell’utilizzo del Lorem Ipsum è che offre una normale distribuzione delle lettere (al contrario di quanto avviene se si utilizzano brevi frasi ripetute, ad esempio “testo qui”), apparendo come un normale blocco di testo leggibile. Molti software di impaginazione e di web design utilizzano Lorem Ipsum come testo modello. Molte versioni del testo sono state prodotte negli anni, a volte casualmente, a volte di proposito (ad esempio inserendo passaggi ironici). Da dove viene? Al contrario di quanto si pensi, Lorem Ipsum non è semplicemente una sequenza casuale di caratteri. Risale ad un classico della letteratura latina del 45 AC, cosa che lo rende vecchio di 2000 anni. Richard McClintock, professore di latino al Hampden-Sydney College in Virginia, ha ricercato una delle più oscure parole latine, consectetur, da un passaggio del Lorem Ipsum e ha scoperto tra i vari testi in cui è citata, la fonte da cui è tratto il testo, le sezioni 1.10.32 and 1.10.33 del "de Finibus Bonorum et Malorum" di Cicerone. Questo testo è un trattato su teorie di etica, molto popolare nel Rinascimento. La prima riga del Lorem Ipsum, "Lorem ipsum dolor sit amet..", è tratta da un passaggio della sezione 1.10.32.

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo, quando un anonimo tipografo prese una cassetta di caratteri e li assemblò per preparare un testo campione. È sopravvissuto non solo a più di cinque secoli, ma anche al passaggio alla videoimpaginazione, pervenendoci sostanzialmente inalterato. Fu reso popolare, negli anni ’60, con la diffusione dei fogli di caratteri trasferibili “Letraset”, che contenevano passaggi del Lorem Ipsum, e più recentemente da software di impaginazione come Aldus PageMaker, che includeva versioni del Lorem Ipsum. Perchè lo utilizziamo? È universalmente riconosciuto che un lettore che osserva il layout di una pagina viene distratto dal contenuto testuale se questo è leggibile. Lo scopo dell’utilizzo del Lorem Ipsum è che offre una normale distribuzione delle lettere (al contrario di quanto avviene se si utilizzano brevi frasi ripetute, ad esempio “testo qui”), apparendo come un normale blocco di testo leggibile. Molti software di impaginazione e di web design utilizzano Lorem Ipsum come testo modello. Molte versioni del testo sono state prodotte negli anni, a volte casualmente, a volte di proposito (ad esempio inserendo passaggi ironici). Da dove viene? Al contrario di quanto si pensi, Lorem Ipsum non è semplicemente una sequenza casuale di caratteri. Risale ad un classico della letteratura latina del 45 AC, cosa che lo rende vecchio di 2000 anni. Richard McClintock, professore di latino al Hampden-Sydney College in Virginia, ha ricercato una delle più oscure parole latine, consectetur, da un passaggio del Lorem Ipsum e ha scoperto tra i vari testi in cui è citata, la fonte da cui è tratto il testo, le sezioni 1.10.32 and 1.10.33 del "de Finibus Bonorum et Malorum" di Cicerone. Questo testo è un trattato su teorie di etica, molto popolare nel Rinascimento. La prima riga del Lorem Ipsum, "Lorem ipsum dolor sit amet..", è tratta da un passaggio della sezione 1.10.32.

Kevin Bulbolz
Medisson Sperry